giovedì 27 maggio 2010

Milano Teatro 7 con KRAFT, sì c'ero anche io!

E come al solito, da un po' di tempo a questa parte, arrivo in ritardo, vabbè mica vi siete dimenticati di me, vero?? :))
Sull'evento ne hanno già scritto, per cui saprete già tutto, ma vi racconto lo stesso di come la Kraft ha organizzato un'altra session cooking al Teatro7! yess, come l'anno scorso, c'ero anche io!
Appena entrata la scena era questa, e fuori la digi per il primo scatto, ma che mani ha quest'uomo? ... sono ipnotiche! ehmm, mi so' scordata il nome dello chef, com'è che si chiama il bello e impossibile?? ;-)

kraft1.1

ah, sì... Marco Pirotta !
Ok, è vero, e so' tornata di nuovo senza ricetta, e già qualcuno ne sta reclamando, ma qualche idea, anzi più di una ce l'ho nel cassetto, ma come faccio? non sto trascurando il blog, e, giuro, mi mancate immensamente, ma gli impegni che hanno sconvolto (nel senso più magnifico del termine) la mia vita, in questo momento mi impediscono di postare anche una qualunque ricetta... ma, al tempo stesso, non posso far a meno di raccontarvi di me, e di tutto quello che mi sta capitando!
Anche perché tutto quello che in questo momento occupa tutto il mio tempo, è una conseguenza del blog, forse in questo momento un po' senza capo né coda, senza ricette, ma non senza un documentario fotografico, viaggiante e itinerante di quello che è ora la mia vita :)
Prossima tappa Firenze, tra le dolci colline toscane... a proposito di dolci, erano quasi dolci le cremose della Kraft?? boh, non me lo ricordo, ma di sicuro le preparazioni erano una meglio dell'altra!
Anche se, e non me ne vogliano le altre, il pasticcio ferrarese della Elga mi ha stregato, me lo sogno anche di notte, specie adesso che impasto, impasto ma tempo di cucinare, nulla!

kraft6

Un connubio tra tradizione e innovazione, con le cremose che non facevano sentire assolutamente la mancanza dell'ingrediente originale (a proposito, qual era? ;-) ) tra dolce e salato, croccante e cremoso.

kraft11

Insomma, quest'anno la Kraft ci aveva chiesto di preparare un piatto della tradizione, io, ehmm... non ho fatto nulla, però ho assaggiato, ho fotografato, ho preparato una besciamella, non senza l'aiuto di Daniela (l'emozione mi fa brutti scherzi, una botta di amnesia e non ero più manco sicura delle proporzioni, che poi invece erano quelle ;-)) e mi sono divertita come una bambina, cucinare insieme è troppo divertente :)
E le altre facce?? di una simpatia unica, ohhh, ma che stavate a guardà?? ;-)

kraft8

E Nadia che arriva, non trova l'ingrediente richiesto e che fa?? si perde d'animo? tzè, e inventa delle frittelle al momento... mitica !

kraft9

Ma vogliamo parlare del frico di Lory? quant'era bbono caldo! dopo non lo so, è finito ;-)
Che ci faceva lei coi carciofi? questo!

kraft13

E poi Sara alle prese con gli spinaci per il suo delicato tortino...

kraft10

... e questo cos'era? non avrò mica dimenticato di assaggiarlo?? mi sa di sì :((

kraft5

E qualche momento di rilassamento totale, ragazze un caffè??

kraft12

... mentre le digitali si sono mai fermate un attimo ;-)

kraft4

Insomma, checché se ne dica, sottilette o no, opinioni negative e non sull'uso, per me il resoconto positivo, la giornata è stata splendida e divertente e la Kraft una grande azienda, non i soliti sfigati (sorry, ma il comportamento di certi è tale) che pensano di trattare le blogger come gallinelle (tontarelle) dalle uova d'oro!
Loro, invece, con grande garbo, premura, attenzione e intelligenza, ci hanno invitato (e senza chiedere nulla in cambio) a provare un prodotto che, adesso - non so ancora se comprerò o meno - ma di sicuro posso dire che, se non ha magnificato le preparazioni assaggiate, di certo le ha valorizzate... buone anche senza? può darsi, ok!
Ma io un grazie a Kraft lo devo, anche per il meraviglioso finale al Trussardi alla Scala, così come alla Mindshare e ad Sandra Salerno, la nostra chef insieme a Marco Pirotta.

da Trussardi alla Scala, con Berton

E anche a chi c'era: Lory, Sandra

kraft14


kraft2


kraft3



lunedì 10 maggio 2010

Il corso a Napoli, foto, reportage, sensazioni...

Eccomi qui, ancora una volta senza ricetta ma non ho abbandonato il blog... be' ma vi avevo detto che per un po' sarei stata latitante in questo senso, ma che questo sarebbe stato per qualche tempo il mio diario di viaggio.
Si è concluso ieri sera l'ultimo dei quattro giorni dei due corsi a Napoli, un vero tour de force, a cominciare dai giorni che hanno preceduto l'organizzazione.

n1

E tra tanti ripensamenti, ma non senza la voglia di provarci, l'avverarsi di quello che, tra tanti sogni, pareva irrealizzabile... ma che con la passione, tanta tenacia e la sicurezza di poterlo fare con un vero Maestro, è stato finalmente possibile.
E' un onore poter collaborare con Adriano.

nc4-2

E' stato affascinante sentirlo parlare, lui sempre così molto riservato, sempre parco di parole, quando si tratta di scriverle, si è tramutato in un fiume di parole, ed ha avuto la capacità di trasmettere ai partecipanti, nei due giorni del corso, tutto un sapere che non poteva rimanere chiuso tra quattro mura, o in poche parole scritte in un blog.

nc2-2

E la certezza di aver colto i desideri dei partecipanti, anche a giudicare dalla felicità dei partecipanti, dal calore, dall'entusiasmo e la partecipazione, dal fiume di domande che ha accompagnato il corso, che hanno travolto il Maestro, e, soprattutto vedendo, non senza meraviglia, come in soli due giorni, anche chi non aveva quasi mai impastato, ha preso confidenza con un mondo reputato affascinante ma difficile.
Le mani che impastavano timide il primo giorno, si sono fatte sempre più sicure nelle ore successive, fino a diventare più spigliate alla fine del secondo giorno.

nc5-2

L'incertezza che ha accompagnato le prime ore, insieme ad una fatica che molti non si aspettavano, si è trasformata pian piano nella passione che volevamo trasmettere, quella che non ti fa sentire nemmeno lo sforzo, anzi...

nc3-2
nc1-2

E le preparazioni, anche quelle non proprio facilissime, ma affrontate con grande impegno e interesse, inutile dirlo, ma sotto la sua grande guida, si sono rivelate all'altezza della situazione.
Per finire in allegria con la pizza napoletana di Adriano, cotta nel forno a legna :))

n24-2
nc7

Vi lascio con qualche foto scattata tra farina, rumori di mattarelli e battiti di impastamenti, e scappo a fare la valigia, ché Milano ci aspetta!

Grazie, anche per i sorrisi...

n25-2
foto di gruppo


Un meraviglioso we tra le colline toscane? Sono aperte le iscrizioni ai corsi per Firenze!


domenica 2 maggio 2010

Notizie e foto da Squisito 2010 Blog Cafè!

Splendide notizie da Squisito! a San Patrignano, che credetemi è un evento da non perdere, tre giorni intensi tra cibo, chef, corsi e il Blog Cafè!
E, nonostante una pioggia che oggi non ha smesso mai di cadere, la magnifica notizia, il mio blog è arrivato 1° fra i 3 finalisti della sezione Fotografia, è un'emozione indescrivibile :))

Squisito!

Ma l'esperienza magnifica, è cominciata già da ieri, splendida giornata in tutti i sensi, sole meraviglioso, insieme ad un' organizzazione incredibilmente perfetta.
Il Dejéuner sur l'herbe... si intuisce l'atmosfera?? ;-)

Dissapore Camp

Cibo squisito ovunque, da quello esposto negli stand, a quello preparato dagli chef o dai ragazzi di San Patrignano.
Qui
Luigi Cremona con Massimo Bottura e Moreno Cedroni.

Moreno Cedroni, Luigi Cremona, Massimo Bottura


Qualche foto del cibo... le mostarde

mostarda

Il Panbriacone della Pasticceria Bonci

Pasticceria Bonci, il Panbriacone

Le gelatine all'aceto balsamico

gelatina all'aceto balsamico

Il senso di Squisito!
Non ho molte parole ancora, ma queste prese da qui esprimono il mio pensiero:

«Non smetti di sentirti diverso parlando solo della tua diversità, smetti di esserlo veramente quando gli altri ti accettano come persona». Ad Andrea Muccioli avevo chiesto di parlarmi del senso di Squisito! e dei rapporti di San Patrignano col mondo dell’enogastronomia.
Mi parla del significato di un incontro che porta «fertilità e che mette in relazione mondi diversi. Chi intraprende un percorso educativo – spiega - ha bisogno di sentirsi parte della società, quindi di entrare in relazione con chi ha passioni, esperienze, capacità da trasmettere».
di Carlo Forquet

I ringraziamenti arrivano direttamente dal cuore:

al Blog Cafè per l'impeccabile organizzazione dell'evento.
a Cinzia Ciprì e ad Anna Maria Simonini de La Cucina Italiana per avermi coccolato e incoraggiato quando ero emozionatissima :)
a tutti i ragazzi di San Patrignano, a loro va il mio abbraccio più più grande...
a Serena perché se non fosse stato per lei oggi sarei scappata, tanto ero emozionata ;-)
e per ultimo, ma non per ordine di importanza, un grazie immenso va a voi che avete votato e creduto nel mio blog!

Infine... complimenti agli altri vincitori!!